Kappa's | I COLORI DEI CHESTER
15825
post-template-default,single,single-post,postid-15825,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,wpi_db,ajax_fade,page_not_loaded,,paspartu_enabled,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive
 

I COLORI DEI CHESTER

I COLORI DEI CHESTER

Bordeaux

Rosso Bruno non è soltanto un colore del paesaggio inglese, ma una tinta che appartiene alla tradizione degli arredi britannici. Singolari e curiosi sono i colori utilizzati da alcuni artigiani nel post-sessantotto, quando, a livello di arredamento, ci si divertì a scompaginare i colori della tradizione. Apparvero, allora, anche il viola, il rosso vivo, il rosso sangue o il rosa e il senape, che riprendeva il colore delle calzature estive, in voga in quegli anni. Queste poltrone e questi divani si inseriscono perfettamente in ogni ambiente. La tonalità più amata dai “classicisti” è quella bruna, seppur essa venga utilizzata anche per arredare case ultramoderne, come elemento di citazione.

Brown

I più antichi divani in cuoio erano realizzati con color bruno scuro. Successivamente si passò a una colorazione verde. Il pop ebbe la peculiarità di introdurre colori vivaci, molto vistosi, com’erano stati quelli dei fauves, all’inizio del Novecento. Il Gold, il Chestnut, il Tan. Il cromatismo acceso intendeva contestare le tinte serie amate dalle generazioni precedenti.

Green

Bellissimi i verde “vescica”, un verde intenso e scuro – ma è possibile trovare nei divani vintage anni Sessanta e Settanta anche Chesterfield anche il verde bottiglia. Essi sono prodotti di una cultura pop che rinnovò, negli ultimi quattro decenni del secolo scorso anche questi splendidi mobili, attraverso una produzione parallela ai colori classici. I colori acidi e choc di quegli anni ora sono amatissimi e di gran moda perchè rilanciati, in tinte che somigliano a quelle dei pennarelli evidenziatori, dall’arte e dal design americani.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.