Kappa's | Salotto 3pz Black Capitonnè
15618
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-15618,qode-quick-links-1.0,wpi_db,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,paspartu_enabled,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.1.1,vc_responsive

Salotto 3 pezzi Black Capitonnè

 

DIVANO e COPPIA POLTRONE CLUB mod. TULIPANO

MISURE STANDARD Divano quattro sedute: 240 cm x 85 cm x 70 cm h

MISURE STANDARD Poltrona Club: 100 cm x 85 cm x 70 cm h

 

La lavorazione capitonné è una tecnica per la realizzazione di imbottiture trapuntate per divani, poltrone o testate di letti, nata intorno all’inizio dell’Ottocento e proeguita per tutto il secolo. Ma qual è la tecnica di questa particolare lavorazione? Con ago e filo – inizialmente un filo di capiton, cioè uno scarto della lavorazione della seta – si creano avvallamenti nel tessuto, con un elegante declinazione delle forme delle imbottiture, che divengono tanti “cuscinetti“. Anche i nostri vecchi materassi di lana erano lavorati con modalità capitonné, per distribuire l’imbottitura stessa ed evitarne accumuli, dovuti agli spostamenti del corpo nel letto. I materassi capitonné sostituirono i giacigli, sacchi di stoffa più o meno raffinata che venivano riempiti, alla rinfusa di paglia o di lana. Esistono lavorazioni capitonné a base quadrata o romboidale. Il capiton, cioè il filo, viene coperto da bottoni di stoffa o, nel caso dei nostri Chesterfield, di cuoio. Il fissaggio della pelle con tecnica capitonné – che tende ad assorbire e a diffondere le sollecitazioni dell’uso – riduce notevolmente l’usura della pelle stessa.

 

ACQUISTA

Category
Salotti 3pz